COMPRENDERE E AFFRONTARE IL COVID-19

SINTOMI

Febbre o sensazione di febbre / brividi, tosse, mal di gola, naso che cola o chiuso, dolori muscolari o corporei, mal di testa, affaticamento, vomito e diarrea (più comune nei bambini rispetto agli adulti).

Non tutti i pazienti con influenza presentano febbre.

Gli anziani e le persone che hanno gravi patologie croniche sottostanti come malattie cardiache o polmonari o diabete sembrano avere un rischio maggiore di sviluppare complicanze più gravi dalla malattia COVID-19.

METODO DI DIFFUSIONE

Si pensa che il virus si diffonda principalmente da persona a persona: tra persone che sono in stretto contatto tra loro (entro circa 6 piedi)

– Attraverso goccioline respiratorie prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce.

– Queste goccioline possono atterrare nella bocca o nel naso di persone che si trovano nelle vicinanze o eventualmente essere inalate nei polmoni

Secondo l’OMS, gli studi hanno dimostrato che COVID-19 può durare per alcune ore o diversi giorni sulle superfici. Dipende dalla temperatura, dal tipo di superficie e dall’umidità. Potrebbe essere possibile che una persona possa ottenere COVID-19 toccando una superficie o un oggetto su cui è presente il virus e quindi toccando la propria bocca, il naso o forse i propri occhi, ma questo non è considerato il modo principale in cui il virus si diffonde.

QUANDO UN PAZIENTE DIVENTA CONTAGIOSO PER GLI ALTRI

Gli adulti più sani sono in grado di infettare altre persone a partire da 1 giorno prima dello sviluppo dei sintomi e da 5-7 giorni dopo la malattia. I bambini possono trasmettere il virus per più di 7 giorni.

Come per la maggior parte dei virus respiratori, si ritiene che le persone siano più contagiose quando sono sintomatiche.

Un po’di diffusione potrebbe essere possibile prima che le persone manifestino sintomi, ma questo non è considerato il modo principale in cui il virus si diffonde.

PERIODO DI INCUBAZIONE

Il periodo di incubazione per COVID-19 è attualmente stimato tra 2 e 14 giorni dal momento dell’esposizione per ammalarsi

IMPLICAZIONI SOCIALI

Interruzione delle attività ricettive e di svago, interruzione della catena di fornitura, interruzione dei viaggi, delle attività produttive, quarantena, complicazioni a causa di patologie in essere per alcuni individui, paura. Vi è anche la possibilità di risposte inadeguate, da parte di individui e delle aziende, a causa di disinformazione e/o mancata preparazione all’evento.

MORTALITÀ

I dati stanno rapidamente emergendo e le statistiche cambiano su base giornaliera. La proporzione di casi di malattia mortale è nota come Case Fatality Rate (CFR).

Attualmente la maggior parte delle stime CFR per COVID-19 sono comprese tra il 2% e il 4%. Detto questo, la mortalità differirà in base alla geografia. Ad esempio, in Cina, al di fuori della provincia di Hubei, il CFR è stimato allo 0,7%.

Al 3 marzo 2020, l’Organizzazione mondiale della sanità ha riferito che la percentuale di persone con coronavirus confermato che sono morte è del 3,4%.

DIFFUSIONE GEOGRAFICA

Al 19 Marzo 2020 sono 166 i paesi coinvolti.

PREVENZIONE E TRATTAMENTO DEL COVID-19

Al momento non esiste un vaccino per prevenire l’infezione da COVID-19.

Il modo migliore per prevenire l’infezione è evitare di essere esposti a questo virus.

Tuttavia, le seguenti azioni preventive quotidiane possono aiutare a prevenire la diffusione dei virus respiratori:

– Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi. Utilizzare un disinfettante per le mani a base di alcol che contenga almeno il 60% di alcol se il sapone e l’acqua non sono disponibili
– Evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca con le mani non lavate
– Evitare contatti ravvicinati con persone che sono malate
– Resta a casa quando sei malato
– Copri la tosse o starnutisci con un fazzoletto, quindi getta il fazzoletto nella spazzatura
– Pulire e disinfettare gli oggetti e le superfici frequentemente toccati utilizzando un normale spray per la pulizia della casa o un panno
– Seguire i consigli del Ministero della Salute ed evitare quanto piu’possibile di uscire di casa